Stilisti Giapponesi

Kenzo Takada

Kenzo Takada nasce a Hyogo nel febbraio del 1939 è il quinto di sette figli studia e letteratura inglese all'università di Kobe per soli tre mesi, nel 1958 si ritira contro il volere dei genitori per iscriversi alla Bunkan Gakuen a Tokyo: una famosa scuola di fashion-design che aveva appena aperto i battenti anche ad allievi di sesso maschile.

Dopo aver preso il diploma, lavora per una catena di grandi magazzini e nel 1965 si reca a Parigi dove assiste alle sfilate dei più importanti stilisti occidentali come Dior e Chanel. Qui sviluppa il suo talento e vende i suoi disegni ad altri stilisti come Louis Feraud.

Nel 1970 ristruttura un vecchio negozio e apre la boutique "Jungle Jap" dove mette in mostra i suoi modelli nello stesso anno riesce ad ottenere uno spazio espositivo preso la galleria Vivienne e un suo modello viene pubblicato nella famosa rivista francese Elle.

Riceve molti riconoscimenti in Giappone e all'estero e nel 1988 lancia la sua linea di profumi e la sua azienda viene gestita François Beaufumé per un decennio, nel 1993 è il gruppo francese Arnault a prendere il comando.

Il 7 Ottobre del 1999 dopo aver presentato la sua ultima linea si ritira e affida la casa di moda ai suoi collaboratori.

Nel 2002 torna improvvisamente sulla scena con "Yume", che in giapponese significa sogno, una linea di accessori e biancheria per la casa poi nel 2005 crea una nuova linea di accessori domestici chiamata "Gokan Kobo".

Yumi Katsura

Yumi Katsura è una stilista giapponese di alta moda, le cui principali creazioni sono abiti da sposa molto estrosi.

La donna, che viene sopranominata anche lady origami, ha iniziato la sua carriera come disegnatrice di abiti nuziali nel 1963 e 25 anni dopo ha inaugurato a Kobe il museo della sposa dove ha esposto 55 delle sue migliori creazioni.

Yumi Katsura coniuga insieme lo stile occidentale, infatti è sempre stata affascinata dall'Europa, a quello orientale, riutilizzando i materiali e i tessuti di cui erano costituiti i kimono e creandone di nuovi come il satin taffettà, un tessuto lucente e resistente.

Nel 1993 la stilista giapponese ha anche realizzato i paramenti indossati da papa Giovanni Paolo II nella messa pasquale e più recentemente nel 2007 ha creato una nuova collezione di abiti da sposa la "Yumi Katsura Made in Italy 2007".

Kenzo Takada
Kenzo Takada foto di Michelle Zappa
Vedi altri articoli su: